6 Maggio 1976

On 6 maggio 2008, in il boss, by Dadevoti

terremoto in friuli

Ero piccolino e mi divertivo un sacco passare le notti all’aperto sotto una tenda costruita da mio padre.
Assieme a mio cugino passavamo il tempo a guardare la terra alla ricerca di crepe simili a quelle viste nei film, ad ogni segno che trovavamo correvamo dai genitori dicendo che lo avevamo visto il terremoto.

Da quella volta non vidi più terremoti, ma ne sentii molti altri.

Tagged with:  

8 Responses to 6 Maggio 1976

  1. frapre scrive:

    un evento terribile…

    frapre

  2. Dania scrive:

    Io mi sono persa per un pelo quello dell’Irpinia. All’epoca vivevamo in Olanda. Ma al ritorno la casa non c’era praticamente più.

  3. searching scrive:

    la dolcezza immersa nella tragedia.

  4. ibridamenti scrive:

    la foto dice tutto.
    grazie del post, dade.

  5. Daisy the Cat scrive:

    Mamma, che ansia! Forse alcuni dei primi ricordi nitidi della mia vita.
    Uno su tutti: fare la solita strada per salire a Buja, a casa dei nonni, scollinare con l’auto e scoprire che dove prima c’era il Castello di Colloredo di Monte Albano, c’era un vuoto pieno di sassi e polvere… In quel momento (a 5 anni non ancora compiuti) ho capito che cos’era il terremoto, e ho smesso di colpo di trovare divertente la tenda, il papà di notte in piazza in pigiama, i soldati che arrivavano a portare l’acqua…

  6. Kairosh scrive:

    Io avevo 13 anni
    il ricordo è ancora netto
    ed ancora ora ad ogni piccola vibrazione penso sempre che possa essere il terremoto

  7. evacarriego scrive:

    ero al liceo e seguivo da una tv in bianco e nero, i miei non mi avrebbero mai lasciato partire

  8. dadevoti scrive:

    evacarriego io ero un po’ più piccolo, ma anche i miei genitori non mi avrebbero mai fatto partire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iBlog by PageLines