Visioni padovane

On 3 luglio 2008, in Bici surreale, fotocomposizioni, preferiti, by Dadevoti

Padova è una città che mi lascia sempre perplesso.

Anche oggi durante la pausa pranzo mi sono soffermato a lungo per capire cos’era che non andava, poi lentamente ho capito.

Visioni padovane

Post scritum

E’ iniziato un indecoroso concorso

Mister Plurk

Datemi la possibilità d’esser un Mister senza aver mai giocato o allenato una squadra, votatemi.

Tagged with:  

16 Responses to Visioni padovane

  1. laislabonita scrive:

    Scaltri, questi padovani! Ora voglio proprio vedere come fanno a rubarla!

  2. Dania scrive:

    Lavorano velocemente e costruiscono case, palazzi, strade.
    Sono lenti solo col metrobus…

  3. nonsonocostante scrive:

    se pedali trascini Padova con te?

    è tua la foto?

  4. silvia scrive:

    Io ti ho votato, ma un giorno mi spiegherai cos’è un plurk

  5. frapre scrive:

    secondo me l’hanno costruita in loco…

    frapre

  6. dadevoti scrive:

    silvia Grtazie per il voto, ma sono solo in terza posizione.

  7. kayanabe scrive:

    in ogni caso in proposito auspichiamo un intervento di giacobbo…

  8. dadevoti scrive:

    kayanabe ne uscirebbe un servizio molto migliore dei soliti cerchi nel grano.

  9. mariatn scrive:

    Ottimo antifurto :-)

    (dove e come ti si vota? e perchè? e percome? e quando? e quanto? e soprattutto… perchè??)

  10. dadevoti scrive:

    mariatn
    Clicca su “Mister Plurk” nel post qui sopra cerca il mio nome de dammi un voto :)

    Così sarò eletto mrplurk e potro’ menar vanto con gli amici del bar, inoltre ti sarò eterno debitore :)

  11. frapre scrive:

    azz…deve essere una cosa seria il “plurk” perchè la seconda volta…mica ti fa votare…

    frapre

  12. slacko scrive:

    è la risposta al classico catenaccio

  13. […] qualche caso pure i padovani sono bravi nel mettermi in difficoltà (clic) […]

  14. Marco scrive:

    slacko: forse tu non puoi ricordare, era tra la fine degli Anni 50 e l’inizio dei 60, ma proprio col Padova, dopo le prove generali a Trieste, Nereo Rocco insegnò il “catenaccio” a tutto il mondo! (eh sì, ci fu un tempo in cui anche l’Unione, come cantava Endrigo, oltre che il Padova, giocavano in Serie A! Ed erano tempi assai migliori)

  15. dadevoti scrive:

    Marco Nereo Rocco vive ancora tra noi :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

iBlog by PageLines